incidente stradale Johan Maugeri pavia
Nel gennaio 2019, il giovane artista circense Johan Maugeri ha tragicamente perso la vita in un incidente stradale sulla SP56

La Provincia di Pavia è stata condannata a risarcire i parenti del 41enne Johan Maugeri che morì in un incidente stradale il 24 gennaio 2019. L’Ente è stato riconosciuto responsabile dal Tribunale di Pavia per non aver mantenuto in corretto stato di manutenzione la strada provinciale SP56, che collega Rosasco a Palestro.

Il giovane lasciò moglie, due figli minori, i genitori e tre fratelli, che per ottenere giustizia si sono rivolti allo Studio Risarcimenti e Consulenze, società di Gallarate i cui titolari sono Giovanni Cerutti e Fabio Franco Levato.

“Fin dal primo sopralluogo effettuato presso il teatro del sinistro subito dopo l’incidente – spiega Giovanni Cerutti – ci era parso evidente che l’Ente non avesse adempiuto al suo obbligo di garantire la sicurezza della SP56: malgrado la pericolosità della curva, il guardrail era risultato essere ancorato alla sede stradale in maniera approssimativa e grossolana, tant’è che, a seguito dell’urto, anziché contenere il furgone condotto da Johan all’interno della

carreggiata, si era completamente divelto, consentendo che il veicolo precipitasse nel torrente sottostante, dove il giovane ha trovato la morte per affogamento. Inoltre, dalle foto effettuate dai Carabinieri intervenuti sul posto, risultava evidente come, in prossimità del ponte, la carreggiata fosse ricoperta da una spessa lastra di ghiaccio che ha fatto perdere aderenza al furgone. Tale lastra era del tutto inaspettata in quanto il precedente tratto di strada era del tutto pulito. In poche parole, possiamo dire che quel giorno il Maugeri si è trovato di fronte ad una inevitabile trappola mortale”.

La causa civile, resasi necessaria dopo che le trattative con l’assicurazione della Provincia di Pavia non hanno dato l’esito sperato, è stata condotta dall’Avv. Mauro Ferrario del Foro di Busto Arsizio: all’esito di una perizia cinematica, che ha compiutamente ricostruito la dinamica dell’incidente, il giudice ha condannato l’Ente a risarcire i familiari con la cifra complessiva di 1.700.000,00 euro.

“La soddisfazione per una sentenza di primo grado che ha pienamente riconosciuto la richiesta risarcitoria avanzata dalla famiglia Maugeri – racconta l’Avv. Mauro Ferrario – ha ben presto lasciato posto al rammarico, una volta che ci è stata comunicata la decisione dell’Ente di non procedere al risarcimento per la perdita di Johan. In cuore nostro, confidavamo che l’esito favorevole della perizia cinematica e la sentenza di pieno accoglimento del Tribunale di Pavia convincessero l’Ente a rivedere la propria posizione di chiusura. Purtroppo, ci aspetta un intero altro grado di giudizio: la famiglia Maugeri dovrà attendere la sentenza della Corte di Milano prima di potere finalmente mettere la parola fine a questa drammatica vicenda”.

La prima udienza della causa di appello è prevista per il prossimo autunno. In quella sede, la Corte sarà chiamata

anche a pronunciarsi sulla richiesta di sospensione dell’efficacia della sentenza di primo grado proposta dalla Provincia.

Link all'articolo di giornale
Apri l'articolo in Pdf